L’OLIO DI NAPOLEONE

A Canino, il paese di Luciano Bonaparte, fratello dell’imperatore: per comprare un olio straordinario durante una festa molto spettacolare

Quest’anno, tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre, ci sono parecchi motivi per una visita a Canino, il borgo nella Maremma viterbese a metà strada tra il mare e il lago di Bolsena sulla via Castrense (che parte dall’Aurelia, all’altezza di Montalto di Castro). Canino produce un olio extravergine di oliva considerato tra i migliori d’Italia nonostante il suo prezzo abbordabile (tra i 9 e gli 11 euro al litro) e ne celebra le qualità nei weekend del 29 novembre e del 5 dicembre. Un’occasione per assaggiare e comprare il prodotto nell’atmosfera creata dalla festa, con un mercatino ad hoc, pranzi e cene organizzati per l’occasione nei tipici cantinoni del paese, e soprattutto il grande spettacolo offerto da un imponente corteo storico in costumi medievali.

Di origine etrusca, incastonato nei pressi del Monte Amiata tra le colline che si estendono fino a toccare lo splendido parco naturale della Selva del Lamone nella zona della Tuscia, Canino vide nel 1468 i natali di Paolo III, Alessandro Farnese, che qui venne sepolto con la sua famiglia.

La residenza dei Farnese, unitamente al principe di Canino Luciano Bonaparte, fratello di Napoleone, fanno di questo piccolo territorio un gioiello di storia, arte e tradizioni che vale la pena visitare.

Ma soprattutto tenete presente che quest’anno il raccolto delle olive è stato problematico in tutt’Italia, e si rischia di non trovare olio se non a prezzi proibitivi, mentre a Canino, almeno per la sagra di dicembre, olio ce ne sarà

Per informazioni www.comune.canino.vt.it

E per dormire in zona vi segnalo un agriturismo sul lago di Bolsena che di recente ha aderito a charme-online (la scheda è in preparazione sul sito): www.lariservamontebello.com