Volare, oh, oh

Per lavoro e non solo viaggio molto in aereo. Ma spesso non pago i relativi biglietti.

Come faccio ? Il mio segreto è usare i “biglietti premio” (si pagano solo le spese aeroportuali) ottenuti con le miglia accumulate iscrivendomi al Club Millemiglia di Alitalia. Le miglia necessarie per i premi si ottengono naturalmente volando a pagamento Alitalia (o con le compagnie partner),ma anche e soprattutto usando carte di credito per tutti gli acquisti quotidiani. In particolare due carte di credito: American Express Alitalia e Cartasi, che garantiscono miglia per ogni euro speso.

La carta più vantaggiosa da usare è American Express (versione Oro Alitalia). E’ gratuita per il primo anno (dal secondo costa 16 euro al mese) e regala 4mila miglia, che si aggiungono alle 2 mila ottenute da Alitalia con l’atto di iscrizione al Club Millemiglia. Usando poi la carta per circa 2 mila euro al mese (attenzione,  ho detto che bisogna pagare con la carta “tutti gli acquisti quotidiani”, anche di piccolissimo importo: il meccanismo funziona solo così), tra supermercati, abbigliamento, libri e spettacoli, medicinali, bollette varie (elettricità, acqua, gas, riscaldamento di casa, assicurazioni ecc.), ottengo altre 2.500 miglia, che diventano 30 mila in un anno. Se poi convinco un parente o un amico a dotarsi di una carta come la mia (gratis anche per lui per il primo anno, e in più avrà 20 mila miglia in regalo) ricevo sul mio conto10 mila miglia. Ancora: se acquisto con la carta un biglietto Alitalia (per esempio un Roma-Milano ar), magari approfittando di una delle tante offerte scontate di questo periodo,  ottengo fino a 5 mila miglia (comprensive delle 3 per ogni euro speso pagando con la carta il prezzo del biglietto). Ulteriori 2 mila miglia l’anno le guadagno infine facendo regolarmente benzina nei distribuiti Eni. Senza contare le miglia “spicciole” aggiunte usando i taxi di alcune compagnie (a Roma Samarcanda, 06.5551, a Milano Taxiblu 02.4040). Per un totale di almeno 53 mila miglia: sufficienti per 2 viaggi ar in Italia o in Europa, oppure uno oltreoceano (per esempio New York). E non basta: in certe condizioni non difficili da realizzare, le stesse miglia sono sufficienti per avere anche un biglietto gratis per un accompagnatore negli stessi voli.

L’unico problema della carta Amex è che non tutti i negozi l’accettano. Ma ove capitasse, si può usare Cartasì, pure dispensatrice di miglia, anche se in quantitativi minori.

Un dettaglio: se per ottenere il biglietto premio che serve manca qualche miglia, si possono acquistare a prezzi abbastanza convenienti sul sito dell’Alitalia.

E un’ultima nota: le miglia si possono spendere sui voli Alitalia ma anche su quelli delle decine di compagnie partner del circuito Skyteam (Airfrance, Klm, Aeroflot, Delta ecc.)

Per i dettagli www.alitalia.com, www.americanexpress.com, www.nexi.com

E SE LA DESTINAZIONE E’ IN ITALIA, PER IL SOGGIORNO CONSULTATE LA GUIDA DI QUESTO SITO, CHE SELEZIONA AGRITURISMO, B&B E ALBERGHI DI CHARME DI GRANDE FASCINO E PICCOLI PREZZI